Il sentiero di visita al Biotopo Le Grave

Descrizione Dati tecnici Gallery Info
Tipologia
Sentiero
Descrizione
Nell’area del Calisio-Argentario si trovano due importanti biotopi di interesse provinciale. Le Grave, nel Comune di Civezzano, e Monte Barco, nei Comuni di Albiano e Trento. Un terzo biotopo di interesse provinciale, posto ai margini del territorio dell’Ecomuseo, è quello di Lona-Lases, nell’omonimo Comune e comprende parte del Lago di Lases. L’itinerario qui proposto è il sentiero di visita al Biotopo Le Grave che si sviluppa in una delle zone naturalistiche più interessanti del territorio dell'Ecomuseo; mette bene in evidenza due tipologie ambientali tra loro estremamente diverse: una zona umida ed una zona arida, dislocate rispettivamente ai piedi e sul fianco occidentale del Dos Le Grave. Questo piccolo rilievo ha un aspetto “semidesertico” molto suggestivo con pini silvestri simili a bonsai, che crescono stentatamente sul materiale di scarto derivante dall’attività estrattiva dell’argento che, dall’XI al XV secolo, ha interessato tutto l'altopiano del Calisio-Argentario. La porzione arida è ad immediato contatto con la zona umida sottostante. Si tratta di una torbiera che si è originata per colmamento, ad opera della vegetazione acquatica, di un piccolo bacino lacustre. Di tale bacino rimangono ancora piccoli specchi d'acqua libera al centro. Il percorso ha preferibilmente inizio al Lago di S.Colomba o in alternativa sul versante di Bosco.
Da qui parte il Il sentiero di visita al Biotopo Le Grave
Dati tecnici
Tipologia: Torbiera e vegetazione xerofila su detrito
Quota media: m 865
Superficie: ha 30 circa
Principali motivi di interesse naturalistico: rare specie e associazioni vegetali delle torbiere; vegetazioni delle zone aride; Anfibi
Dati percorso: (sentieri n. 19, 19A; lunghezza 2,7 km; tempo ore 2, dislivello in salita 131 m)
Riferimenti
Ecomuseo Argentario - Sede di Civezzano c/o Biblioteca Comunale - info@ecoarge.net 0461.858400 - IVAN PINTARELLI RESPONSABILE tel. 0461.858400 - 335.6514145
Crediti
Tutti i testi e le immagini: copyright Ecomuseo Argentario
Ultime news
Carta forestale del Regno d’Italia (1936)
23 nov 2021
Il progetto ha permesso il recupero e la restituzione in formato digitale della Carta forestale del...
  Leggi tutto
Il drago vaia
23 nov 2021
Il “Drago Vaia” è il drago in legno più grande d'Europa ed è stato realizzato dallo scultore veneto...
  Leggi tutto
Diffusione e cattura del bostrico
23 nov 2021
Nel corso del 2019, subito dopo la tempesta Vaia, era stato riscontrato un aumento delle catture di...
  Leggi tutto
Vaia, terminato lo stato di emergenza
23 nov 2021
L’8 novembre 2021 è terminato lo stato di emergenza connesso alla tempesta “Vaia”, pertanto è...
  Leggi tutto
Corretta installazione e manutenzione della stuf
20 ott 2021
L'inverno ormai alle porte spinge a riprendere l’impiego degli impianti di riscaldamento domestico.
  Leggi tutto
Nuovo Inventario nazionale delle foreste e dei serbatoi forestali di carbonio
20 ott 2021
La superficie boschiva italiana in 10 anni è cresciuta di circa 587mila ettari, con un aumento del...
  Leggi tutto
Andamento del mercato del legname in Trentino – 3° trimestre 2021
20 ott 2021
Nel terzo trimestre 2021 sono stati venduti 77.757 mc netti di legname, di cui solo il 16,7%...
  Leggi tutto
Andamento del mercato del legname in Trentino
05 ago 2021
Nel secondo trimestre 2021 il legname venduto è stato pari a circa 28.152 mc netti, di cui solo il...
  Leggi tutto
Seminario dedicato alle imprese forestali del Trentino
12 lug 2021
In collaborazione con il Servizio foreste della Provincia autonoma di Trento e l’Associazione...
  Leggi tutto
Elenco provinciale delle imprese forestali: nuova piattaforma on-line
12 lug 2021
Sulla base dell’esperienza maturata con il sistema di vendite di legname on-line e alla luce delle...
  Leggi tutto