La montagna delle scoperte

Descrizione Dati tecnici Gallery Info
Tipologia
Percorso
Descrizione
La “Montagna delle scoperte” porta attraverso i boschi che sovrastano Stava nei luoghi che furono teatro dell'attività mineraria e che ospitarono i bacini di decantazione dei fanghi residuati della lavorazione che crollarono il 19 luglio 1985, uccidendo 268 persone. La parte naturalistica permette di conoscere la vita del bosco e di approfondire il secolare rapporto dell’uomo con il bosco e la montagna. Le stazioni informative relative all’attività mineraria mostrano l’acquedotto che portava l’acqua necessaria per il fango e la flottazione, l’imbocco della galleria della miniera a quota 1.550, i capannoni che ospitavano gli impianti di lavorazione del minerale e l’idrociclone che nella zona di Pozzole serviva per innalzare gli argini dei bacini di decantazione. Lungo il percorso si raggiunge anche un punto panoramico dal quale si può vedere la colata di fango con gli occhi di che la vide il 19 luglio 1985.
Da qui parte il La montagna delle scoperte
Dati tecnici
Tempo di percorrenza: 2-3 ore
Riferimenti
Fondazione Stava 1985 - Onlus - Via Stava, 17 - 38038 Tesero, (TN) Tel.0462 814 060 - info@stava1985.it
Note
"Montagna delle Scoperte", è un breve viaggio tra natura e ricordi realizzato dal Comune di Tesero su proposta della Fondazione Stava 1985 Onlus, con una rete di percorsi che coinvolgono la parte alta della valle e il monte Prestavel. Il percorso è stato progettato da Sergio Camin, che si è avvalso della collaborazione di Marcello Mazzucchi per i contenuti naturalistici e di Italo Giordani per le note storiche. La parte dedicata all'attività mineraria e alla catastrofe del 19 luglio 1985 è stata curata da Graziano Lucchi, presidente della Fondazione Stava 1985 Onlus e autore del libro "Stava perché".
Ultime news
Carta forestale del Regno d’Italia (1936)
23 nov 2021
Il progetto ha permesso il recupero e la restituzione in formato digitale della Carta forestale del...
  Leggi tutto
Il drago vaia
23 nov 2021
Il “Drago Vaia” è il drago in legno più grande d'Europa ed è stato realizzato dallo scultore veneto...
  Leggi tutto
Diffusione e cattura del bostrico
23 nov 2021
Nel corso del 2019, subito dopo la tempesta Vaia, era stato riscontrato un aumento delle catture di...
  Leggi tutto
Vaia, terminato lo stato di emergenza
23 nov 2021
L’8 novembre 2021 è terminato lo stato di emergenza connesso alla tempesta “Vaia”, pertanto è...
  Leggi tutto
Corretta installazione e manutenzione della stuf
20 ott 2021
L'inverno ormai alle porte spinge a riprendere l’impiego degli impianti di riscaldamento domestico.
  Leggi tutto
Nuovo Inventario nazionale delle foreste e dei serbatoi forestali di carbonio
20 ott 2021
La superficie boschiva italiana in 10 anni è cresciuta di circa 587mila ettari, con un aumento del...
  Leggi tutto
Andamento del mercato del legname in Trentino – 3° trimestre 2021
20 ott 2021
Nel terzo trimestre 2021 sono stati venduti 77.757 mc netti di legname, di cui solo il 16,7%...
  Leggi tutto
Andamento del mercato del legname in Trentino
05 ago 2021
Nel secondo trimestre 2021 il legname venduto è stato pari a circa 28.152 mc netti, di cui solo il...
  Leggi tutto
Seminario dedicato alle imprese forestali del Trentino
12 lug 2021
In collaborazione con il Servizio foreste della Provincia autonoma di Trento e l’Associazione...
  Leggi tutto
Elenco provinciale delle imprese forestali: nuova piattaforma on-line
12 lug 2021
Sulla base dell’esperienza maturata con il sistema di vendite di legname on-line e alla luce delle...
  Leggi tutto