PORTALEDELLEGNO 0 vendite di legname in scadenza
Vendite in scadenza

AGENZIA PROVINCIALE FORESTE DEMANIALI

DIREZIONE
VIA TRENER, 3 - 38121 Trento
T: 0461.495969
F: 0461.495716

Responsabile: dott. Paolo Kovatsch
EMAIL: agenzia.forestedemaniali@provincia.tn.it
PEC: agenzia.forestedemaniali@pec.provincia.tn.it
WEB: www.forestedemaniali.provincia.tn.it/agenzia/

Altri contatti:
http://www.forestedemaniali.provincia.tn.it/agenzia/dove_siamo_contatti/



Sono le foreste di proprietà della Provincia, individuate come patrimonio indisponibile a favore di tutta la Comunità Trentina, meritevoli di particolare tutela per l'elevato valore naturalistico e socio-culturale.

Il nucleo storico delle foreste demaniali è concentrato nel settore nord-orientale del Trentino (foreste di Cadino, Paneveggio, San Martino di Castrozza, Valsorda e Valzanca) ma altre importanti proprietà sono collocate nell'area centro-meridionale della Provincia (Monte S. Pietro, Bondone, Scanuppia, Campobrun).

L’Agenzia provinciale delle foreste demaniali amministra un vasto insieme di proprietà forestali ed immobiliari (malghe, baite, edifici, infrastrutture). Queste risorse, patrimonio della collettività trentina, sono gestite in coerenza con le finalità individuate dalla legge istitutiva dell'Agenzia che sono volte alla gestione forestale e ambientale sostenibile, con particolare riguardo:

  1. alla conservazione e alla valorizzazione, per le generazioni attuali e future, dei peculiari caratteri silvo-pastorali, faunistici, storico-paesaggistici delle foreste demaniali, oltre che degli elementi di particolare significato naturalistico che le caratterizzano;
  2. alla ricerca applicata e alla sperimentazione per ottenere indicazioni utili al miglioramento della gestione silvo-pastorale e faunistica delle foreste trentine, garantendone al contempo un'equilibrata fruizione ricreativa;
  3. all'applicazione, tramite interventi svolti da operatori qualificati, di tecniche gestionali compatibili e di azioni volte a valorizzare le foreste demaniali come modelli di gestione forestale e faunistica sostenibile, in grado di integrare servizi sociali di rilevanza pubblica con funzioni di protezione e con funzioni economiche di qualità;
  4. alla valorizzazione, anche economica, del patrimonio immobiliare in coerenza con le altre finalità previste;
  5. all'educazione, all'informazione e alla formazione sulle professioni della montagna e sui valori naturali della foresta e degli ambienti montani, oltre che sui benefici diretti e indiretti che essa garantisce e sui valori connessi con la gestione delle risorse naturali rinnovabili;
  6. alla promozione dell'ambiente trentino e delle politiche di gestione applicate nei settori forestale ma anche ambientale, turistico e culturale, con funzioni di alta rappresentanza.